Il Festival

Un unicum che da trent’anni caratterizza il vivace panorama delle rassegne letterarie italiane: questo è il festival Dedica. Grazie alla sua originale formula che si concentra in un’intensa settimana di teatro, conversazioni, musica, arte, libri, la manifestazione si traduce in una vera immersione nel mondo dell’autore protagonista, attorno al quale ogni edizione costruisce uno specifico itinerario. Dedica offre dunque al pubblico l’occasione per condividere una riflessione sulla figura dell’ospite scelto come dedicatario, cosicché dal fulcro della sua produzione letteraria si possa spaziare sul pensiero, sui contesti culturali, sulle varie forme artistiche che i più diversi mezzi espressivi sanno far emergere dalla sua opera.

 

La XXXa edizione del festival è dedicata ad Arturo Pérez-Reverte, scrittore e giornalista spagnolo. La sua produzione letteraria si caratterizza per l’eleganza della scrittura e per il modo magistrale con cui riesce a fondere la Storia con la finzione, mettendo accanto a grandi personaggi realmente esistiti figure complesse e affascinanti create dalla fantasia. Le storie che ne derivano sono avvincenti, ricche di suspense ma anche di erudizione, tanto che qualche critico le ha elogiate definendole come “magnifici thriller culturali”.

Pérez-Reverte di sé dice: «Sono un cantastorie professionista. Voglio raccontare il mondo che vedo attraverso gli occhi dei miei personaggi. So che i lettori hanno gusti e culture diverse, questa è la mia sfida. Scrivere storie di finzione non è una lacerazione dell’animo ma la capacità di raccontare, usando la testa e la ragione, non il cuore e il sentimento. Non scrivo per sopravvivere alla depressione, scrivo perché adoro farlo.»

 

Ideato e curato da Thesis Associazione Culturale, il progetto Dedica è sostenuto da istituzioni ed enti pubblici – in particolare dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, da PromoTurismoFVG, dal Comune di Pordenone, dalla Fondazione Friuli – e realizzato con il sostegno di importanti soggetti privati: lo special partner Servizi CGN, COOP Alleanza 3.0, Crédit Agricole, UnipolSai – AssiLab Previdenza e Servizi Pordenone, BCC Pordenonese e Monsile.

 

L’edizione 2024 del festival ha inoltre ottenuto il Patrocinio del Ministero della Cultura, dell’Ambasciata di Spagna in Italia, dell’Instituto Cervantes di Milano, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Alpen-Adria Universität di Klagenfurt e dell’Università degli Studi di Udine, attraverso la collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società.

 

Curatore del Festival è attualmente Claudio Cattaruzza.