Shop

DEDICA A CLAUDIO MAGRIS

5.00

a cura di Claudio Cattaruzza
Pordenone, Thesis, 1999, pag. 214

Esaurito

COD: 1999 Categoria:

Descrizione

ESAURITE LE COPIE IN VENDITA SU QUESTO SITO, LA MONOGRAFIA PUO’ ESSERE CONSULTATA O PRESA IN PRESTITO PRESSO LA BIBLIOTECA CIVICA DI PORDENONE.

 

È la giornalista Maria Cristina Vilardo a proporre, in un lungo intervento-intervista, un itinerario ideale attorno all’uomo e allo scrittore Claudio Magris, protagonista della quinta edizione di “Dedica”: pagine preziose che fanno capire l’universo interiore dello “scrittore della Mitteleuropa”, le sue preferenze letterarie, l’influenza dell’acqua (del “suo” Adriatico, certo, ma anche di fiumi famosi come il Danubio) sulla sua opera.
Aspetti, questi e molti altri, ripresi e sviluppati dai vari interventi successivi contenuti “Dedica a Claudio Magris” curata da Claudio Cattaruzza: Licia Governatori parla de “L’opera letteraria” di Claudio Magris”, mentre Ernestina Pellegrini suggerisce “un ritratto” dello scrittore triestino; Gabriella Contini mette in evidenza “Alcune costanti” e Grazia Pulvirenti indugia invece su “Il luogo dove s’incontrano le assenze”. Predrag Matvejevic racconta “Le radici di un’amicizia”, Giovanna Roseghini “Il valore dell’incontro”, Giovanna Musco in “La lettera”, da semplice lettrice, mette in luce “il modo tutto personale con cui l’autore affrontava i grandi temi della nostra esistenza”.
La monografia riporta infine la biografia, la bibliografia e la teatrografia di Magris.