Il Festival

Un unicum che da ventisette anni spicca nel vivace panorama delle rassegne letterarie italiane: questo è il festival Dedica.

 

Grazie alla sua originale formula, che concentra in un’intensa settimana spettacoli, conversazioni, cinema, musica, arte, libri, la manifestazione consente una vera e propria immersione nel mondo dell’autore protagonista, attorno al quale ogni edizione costruisce uno specifico itinerario.

 

Dedica offre infatti al pubblico l’opportunità per approfondire il pensiero e il contesto culturale del singolo dedicatario, declinandone l’opera attraverso il ricorso a varie forme artistiche e a diversi mezzi espressivi.

 

L’edizione 2021 del festival è dedicata a Paolo Rumiz, giornalista, scrittore e viaggiatore triestino dalle singolari doti di narratore e dalla scrittura intensa e coinvolgente.

 

Nei suoi reportage l’esperienza del viaggio non si traduce in resoconti descrittivi, ma si fa testimonianza viva di umanità e occasione di riflessione sulle persone e sui luoghi. I suoi libri, densi di vicende, di incontri e di curiosità, guidano il lettore sugli intricati sentieri della storia, della geografia, della memoria, facendogli scoprire come le diversità culturali siano elemento distintivo ma non necessariamente divisivo e come l’incontro/confronto con l’altro possa contribuire alla consapevolezza di sé.

 

Ideato e curato da Thesis Associazione Culturale, il progetto Dedica è sostenuto da istituzioni ed enti pubblici – in particolare dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, da PromoTurismoFVG, dal Comune di Pordenone, dalla Fondazione Friuli, da Crédit Agricole-Friuladria e Coop Alleanza 3.0 – e realizzato con il sostegno dello special partner Servizi CGN e di importanti soggetti privati.

 

Curatore del Festival è attualmente Claudio Cattaruzza.