Calendario

Mostre

IL CAPITANO ALATRISTE

Inaugurazione mostra delle illustrazioni di Joan Mundet
dai libri di Arturo Pérez-Reverte
presentazione di Angelo Bertani
con la partecipazione di Joan Mundet e Arturo Pérez-Reverte

Le illustrazioni e i fumetti di Joan Mundet danno vita di immagine alle avventure del Capitano Alatriste, il protagonista della saga picaresca creata dalla fantasia di Arturo Pérez-Reverte, e sanno rendere con grande efficacia lo spirito contradittorio del Secolo d’Oro spagnolo, fatto a un tempo di grandezza e di cinismo. In realtà, nelle tavole in bianco e nero di Mundet finisce per fluire inevitabilmente anche il carattere del nostro tempo.


 

Joan Mundet
Fumettista, pittore e illustratore, è nato a Castellar del Vallès in Spagna nel 1956. Dopo aver completato gli studi all’Accademia di Belle Arti a Barcellona, inizia la sua carriera professionale come fumettista su commissione, lavorando per diverse agenzie in vari paesi europei. Nel 1982 partecipa al fortunato programma Rock, Cómic y otros Rollos su Radio 3 RNE. Dal 1986 si dedica all’illustrazione di libri, dal 1992 alterna l’illustrazione alla pittura e alla ceramica. Nel 2008 esce Gari Folch, la sua prima graphic novel, seguita da Best seller (2014) e Looking for Nobody (2017). Ha al suo attivo numerosi libri, tra cui quelli tratti dai romanzi del Capitano Alatriste, in collaborazione con Arturo Pérez-Reverte, e la serie di Capablanca, che lo hanno reso noto al grande pubblico e che sono diventati veri e propri best seller. Ha illustrato le sceneggiature di Robin Wood per il personaggio di Dago, proposte con successo anche in Italia. Pubblica regolarmente per la rivista «Rambla» e collabora alla rivista «Cavall Fort».
Per il suo lavoro ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il Premio Ciudad de Guadalajara e il Premio Nacional de Cómic de Cataluña.

 

Angelo Bertani
Critico e storico dell’arte, dal 1992 al 2005 è stato direttore artistico della rassegna annuale di arte contemporanea Hic et Nunc.
Tra il 2008 e il 2015 ha curato alcune iniziative espositive riguardanti lo scultore e designer Harry Bertoia e nel 2016 la mostra Elettrodomesticità. Design e innovazione nel Nord-Est da Zanussi a Electrolux. Da molti anni collabora con il Centro Iniziative Culturali
Pordenone e dal 2006 è responsabile delle iniziative di arti visive organizzate dell’Associazione Culturale Colonos. Per Dedica Festival ha curato alcune mostre di fotografia: Akintunde Akinleye. Wole Soyinka and the rest of us (2012); Atiq Rahimi. L’immagine del ritorno (2018); Inti Ocon. ¡Yo estoy con vos, mi Nicaragua! (2019); Elio Ciol. Libya Infelix. Antiche rovine su cui costruire una nuova storia (2020); Ulderica Da Pozzo. Luci a Nordest; Paolo Rumiz. Gerundio inverso (2021); Mathias Énard e Pierre Marquès. Tutto sarà dimenticato (2022), Mara Fella. Amuri di petra. Lampedusa, l’isola che c’è (2023).
È socio dell’Accademia San Marco di Pordenone.


domenica 17 Marzo, 10:30

Villa Galvani

Pordenone - Viale Dante, 33

Ingresso libero


 

La mostra rimarrà aperta fino al 14 aprile con i seguenti orari:
– da martedì a venerdì ore 15.00-19.00
– sabato e domenica ore 10.00-19.00
(aperto lunedì 18 marzo ore 15.00-19.00 e lunedì 1 aprile ore 10.00-19.00)


 

in coproduzione con